Biblioteca Vaticana

La Biblioteca Apostolica Vaticana raccoglie i testi, tra i quali alcuni estremamente antichi e rari, di proprietà della Santa Sede.

Vatican Library

Il primo nucleo della biblioteca si deve a Niccolò V che, nel XV secolo, incrementò la dotazione di circa 350 codici latini, greci ed ebraici già presente in Vaticano con l’acquisto di manoscritti in Europa ed in Oriente, oltre alla trascrizione di numerose altre opere, con un totale di 1500 volumi presenti nella biblioteca alla sua morte.

La biblioteca fu poi fondata ufficialmente il 15 giugno 1475 da Sisto IV tramite la bolla papale “Ad decorem militantis Ecclesiae”. Il primo bibliotecario fu l’umanista Bartolomeo Sacchi detto il Platina, dal quale il nome di Biblioteca Palatina con il quale è anche nota la Biblioteca Vaticana.

Nel 1481 la consistenza della biblioteca era di 3500 codici e per contenerli fu realizzata la nuova sede con quattro sale al piano terra del palazzo di Niccolò III: la Biblioteca Latina e quella Greca, per i volumi nelle due lingue, la Biblioteca Segreta, per i volumi non disponibili al pubblico, e la Biblioteca Pontificia, per gli archivi papali.

Il Salone Sistino, che rappresenta la sede attuale della biblioteca, fu realizzato nel 1587 dall'architetto Domenico Fontana sotto il papato di Sisto V. Nel XVII secolo iniziarono le donazioni di volumi costituenti intere biblioteche private, mentre, con Paolo V, i documenti fino ad allora conservati nella Biblioteca Vaticana furono distaccati presso l'Archivio Segreto Vaticano.

Nel XVIII secolo la biblioteca iniziò ad ospitare anche collezioni di antiquariato ed artistiche, ad iniziare nel 1738 con il Medagliere tramite reperti di proprietà del Cardinale Alessandro Albani. Parte delle opere così raccolte diedero poi vita nel 1757 al Museo Sacro e nel 1767 al Museo Profano.

Sotto Leone XIII con il bibliotecario Franz Ehrle vi fu una profonda modernizzazione della biblioteca, tramite l’apertura della sala Leonina per la consultazione degli stampati, nuove regole di catalogazione dei manoscritti e la nascita del Laboratorio di restauro.

    

Copyright © VaticanoTours.com