Musei Vaticani

I Musei Vaticani occupano gran parte dell'area dei Palazzi Vaticani a nord della Basilica di San Pietro e di Piazza San Pietro e comprendono più complessi museali.

musei vaticani

Il nucleo costituente dei Musei Vaticani fu realizzato da Giulio II (1503-1513) con una raccolta di statue esposta nell'attuale Cortile Ottagono. Sotto Gregorio XIII (1572-1585) viene decorata la Galleria delle Carte Geografiche, successivamente restaurata da Urbano VIII (1623-1644). Altra sezione dei Musei vaticani è la Galleria degli Arazzi, che espone arazzi risalenti ai secoli XVI e XVII.

Con Clemente XIV (1769-1774) e Pio VI (1775-1799) i Musei Vaticani assunsero la forma di raccolte d'arte esposte al pubblico, costituendo quello che viene indicato come Museo Pio-Clementino. I reperti classici furono notevolmente arrichiti da Pio VII (1800-1823), che creò su allestimento del Canova il Museo Chiaramonti (dal nome del Papa) ed il Braccio Nuovo, che espongono sculture greche e romane, oltre ad arricchire la Raccolta Epigrafica esposta nella Galleria Lapidaria, con più di 5000 iscrizioni

Nel 1837 su iniziativa di Gregorio XVI (1831-1846) venne realizzato il Museo Etrusco grazie ai reperti degli scavi eseguiti dal 1828 in Etruria meridionale. Nel 1839 venne anche aperto il Museo Egizio con i reperti trovati durante alcune esplorazioni in Egitto oltre a quelli già presenti in Vaticano e nel Museo Capitolino. Nel 1844 seguì il Museo Profano Lateranense, che ospitava statue, bassorilievi e mosaici di Roma antica.

Nel 1854 Pio IX (1846-1878) realizzò il Museo Cristiano, che comprendeva antiche sculture, sarcofagi ed iscrizioni di origine cristiana. Nel 1910 Pio X (1903-1914) realizzò il Lapidario Ebraico, una raccolta di 137 iscrizioni in gran parte donate dai marchesi Pellegrini-Quarantotti dal cimitero situato sulla via Portuense.

Pio XI (1922-1932) nel 1932 realizza la Pinacoteca Vaticana in un nuovo edificio realizzato vicino all'ingresso dei Musei Vaticani. Precedentemente, nel 1926 Pio XI aveva creato presso il Palazzo Lateranense il Museo Missionario-Etnologico.

Nel 1970 sotto Giovanni XXIII (1958-1963) il Museo Profano Lateranense, il Museo Cristiano, il Lapidario Ebraico ed il Museo Missionario-Etnologico vennero portate in un nuovo palazzo realizzato in Vaticano dal Palazzo Lateranense che le ospitava precedentemente.

Vatican Museums

Nel 1973 con Paolo VI (1963-1978) i Musei Vaticani si arricchiscono di due nuove sezioni, che sono la Collezione di Arte Religiosa Moderna e Contemporanea, ospitata nell'Appartamento Borgia, ed il Museo Storico, che nel 1987 venne trasferito nell'Appartamento Papale del Palazzo Lateranense, composto da una ricca iconografia di Papi e da numerosi cimeli della Cappella Pontificia, della Famiglia Pontificia e dei Corpi Militari Pontifici.

 

Copyright © VaticanoTours.com